11/02/2021

LA PROSTATA, PICCOLA GHIANDOLA MA POTENZIALI GRANDI PROBLEMI

La prostata è una ghiandola del sistema riproduttivo e urinario dell’uomo, si trova sotto la vescica e ha una forma, simile ad una castagna, che avvolge l’uretra, il canale attraverso il quale viene espulsa l’urina ed il liquido seminale (sperma). Le dimensioni di questa ghiandola sono piccole, circa 4 cm di diametro, anche se la sua grandezza può variare di qualche cm da soggetto a soggetto.

La sua funzione è quella di secernere un secreto che costituisce il 30% del liquido seminale, costituito da enzimi, zinco e altre componenti utili e necessarie a nutrire e trasportare gli spermatozoi. Inoltre la prostata ha anche la funzione di regolare il flusso dell’urina, dato che il suo tessuto muscolare si trova ad avvolgere l’uretra e la sua valvola uretrale interna. Se questa si contrae, il flusso dell’urina verrà arrestato, se questa si rilascia il flusso continuerà.

Una delle patologie più diffuse che colpisce la prostata è l’ipertrofia prostatica benigna o IPB che colpisce circa l’8% degli uomini con età inferiore ai 40 anni e fino al 50% nei pazienti con più di 60 anni. L’IPB si manifesta come un ingrossamento non tumorale della prostata, con un aumento di dimensioni fino a 2-3 volte quelle normali. Questo cambio strutturale della ghiandola determina una difficoltà nella fuoriuscita dell’urina dalla vescica, in quanto la prostata che avvolge l’uretra, aumentando di dimensioni, la schiaccia, determinando quindi una riduzione o, nei casi più gravi, un completo arresto del passaggio dell’urina.

I sintomi che derivano dall’ipertrofia prostatica benigna riguardano soprattutto la difficoltà nell’iniziare la minzione, nella diminuzione del getto dell’urina e nell’aumento del numero di volte che c’è necessità di recarsi in bagno, sia di giorno che di notte. Spesso si può avere anche perdita di urina involontaria e la sensazione di non riuscire a svuotare completamente la vescica, o nei casi più gravi si può arrivare anche all’incapacità di svuotarla completamente, con successivo utilizzo di catetere. I sintomi dell’IPB non sono solo correlati alla dimensione della prostata, quindi non sempre maggiori sono le dimensioni, più gravi sono i sintomi, ma possono dipendere anche dal tono della muscolatura liscia della prostata e della vescica, in quanto anche questo aspetto regola la fuoriuscita dell’urina.

L’ipertrofia prostatica benigna, dopo essere stata diagnostica da un urologo tramite visita ed analisi del sangue, può essere trattata, a seconda della gravità, utilizzando vari farmaci; o che agiscono sulle dimensioni della prostata (come finasteride e dutasteride), o che agiscono rilasciando la muscolatura liscia di vescica e prostata (come tamsulosin e silodosina), dispensati dal farmacista su prescrizione medica.

Esiste anche un principio attivo naturale che ha effetti positivi sui sintomi lievi dell’IPB, ed è la Serenoa Repens. Questa sostanza viene estratta dalle bacche rosse di una piccola palma, chiamata appunto Serenoa. La Serenoa ha un’azione antiandrogenica, in quanto inibisce la trasformazione del testosterone in diidrotestosterone, che ha un’attività 4-5 volte superiore al suo predecessore. Ed è proprio un eccesso di produzione del diidrotestosterone che causa l’aumento di dimensioni della prostata e quindi l’ipertrofia prostatica benigna, oltre ad altre cause come l’ereditarietà o l’invecchiamento. La Serenoa inoltre ha un attività antinfiammatoria dell’apparato urinario-genitale, e spasmolitica sulla muscolatura delle vie urinarie. Tutti questi aspetti determinano una diminuzione delle difficoltà di minzione e facilitano lo svuotamento della vescica, andando quindi a ridimensionare i sintomi dell’IPB, nei casi meno gravi.

Gli integratori sono di libera vendita e sono consigliati generalmente dal farmacista.

  • Un integratore tra i più venduti nella nostra farmacia, che presenta come principio attivo la Serenoa Repens, con concentrazione pari a 320 mg, è il Prostamol, presente in commercio in confezione da 30 capsule o da 60 capsule. Deve essere assunta una capsula al giorno dopo uno dei pasti principali. Altri integratori che presentano la Serenoa in associazione ad altri principi attivi naturali sono:
  • Urogermin Prostata_**: **_con Serenoa Repens, Solanum Lycopersicum _che ha proprietà antiossidanti e favorisce la funzionalità della prostata, Selenio che protegge le cellule dallo stress ossidativo, Zinco che stimola il sistema immunitario e l’estratto secco di Avocado (Avovida) che svolge un’azione ricostituente;
  • Prostanorm_**: **_con Serenoa, Ortica che ha proprietà antinfiammatorie e depurative, Diosmina che normalizza il microcircolo, Licopene con attività antiossidante, e Uva Orsina con azione batteriostatica e grazie alla presenza di tannini anche con proprietà diuretiche e antinfiammatorie delle vie urinarie;
  • Forprost Flogo**: **con Serenoa Repens, Ananas con proprietà antinfiammatorie e antiedematose, Curcuma con proprietà antinfiammatorie, antiossidanti e depurative, Solanum Lycopersicum, Zinco, e Selenio;
  • Pelvipros**t: **con Palmitoiletanolamide ultramicronizzata che favorisce il ripristino delle caratteristiche fisiologiche del tessuto prostatico e allevia il processo neuroinfiammatorio periferico.

Se si presentano uno o più sintomi lievi, che possono essere ricondotti all’ipertrofia prostatica benigna è importante recarsi in farmacia, sapremo consigliarti l’uso di un integratore, o indirizzarti verso una visita specialistica.