23/11/2020

DIFESE IMMUNITARIE: SCOPRI GLI ALLEATI PIU' POTENTI

Mai come in questo periodo la ricerca scientifica è incentrata nel trovare rimedi che possano aiutare il nostro corpo a fronteggiare l’emergenza sanitaria in corso.

Sono stati compiuti diversi studi, soprattutto sui bambini, i quali hanno portato a dei dati consolidati. I bambini e i giovani al di sotto dei 20 anni, oltre ad essere spesso asintomatici, si stima abbiamo una suscettibilità all’infezione pari a circa la metà rispetto a chi ne ha più di 20 (ricerca pubblicata su Nature Medicine). Stesso quadro clinico, con andamento favorevole lo si evidenzia nel tasso di mortalità (0,06% nella fascia 0-15 anni) e quindi si è indagato sul perchè c’è una bassa incidenza di infezioni da Covid-19 nell’età pediatrica.

LATTOFERRINA Gli studiosi hanno posto la loro attenzione nella glicoproteina ad azione antimicrobica e ferrotrasportatrice contenuta nel latte materno: la Lattoferrina. Le sue proprietà antimicrobiche sono dovute alla capacitá di legare il ferro sottraendolo al metabolismo di specie batteriche che sfruttano proprio questo ione per la loro moltiplicazione. Il suo effetto antivirale è dovuto invece alla capacità di legarsi ai glicosamminoglicani della membrana plasmatica impedendo così l’ingresso del virus. La sua azione immunomodulante permette, durante le terapie antibiotiche, di aumentare la suscettibilità dei batteri alle terapie farmacologiche e promuove la crescita dei ceppi dei batteri intestinali se assimilata insieme ai probiotici (enterolactis, biolactine, codex).

_Tra gli integratori contenenti lattoferrina suggeriamo Mosiac, Cowin con zinco e vitamina c, Lattoferrina Promopharma** **_e Blf100.

QUERCETINA Altra molecola dai riscontri interessati secondo altri studi è il bioflavonoide Quercetina,** **molecola naturale presente in diversi alimenti come capperi, cipolla rossa e radicchio. Nota già da tempo per le sue proprietà antiossidanti, antinfiammatori e antiallergiche la molecola secondi alcune simulazioni ricreate in laboratorio sembra essere in grado di legarsi ad un enzima specifico (3CL pro, comune a tutti i coronavirus) e lo inibisca bloccandone la replicazione.

Tra gli integratori contenenti quercetina suggeriamo Quercetina promopharma.

VITAMINA D Altra vitamina fondamentale è la vitamina D il cui deficit porta il soggetto a maggiori rischi di infezione oltre che a fragilità ossea. Infatti una carenza di vitamina D comporta di avere un sistema immunitario non del tutto efficiente, d’altronde questa come la vitamina C contribuiscono a rafforzare le difese immunitarie se assunte con continuità. Puntare sulla prevenzione e raccomandare di tenere ad un buon livello questo valore può solo sostenere il nostro sistema immunitario e portare cosi ad avere effetti positivi senza dimentica che l’obiettivo primario della vitamina D è quello di regolare il metabolismo minerale, in prevenzione sia primaria che secondaria dell’osteoporosi.

Tra gli integratori contenenti Vitamina D suggeriamo XD3**, **D3 BASE Junior**, **D3 Fort.

VITAMINA C Altro micronutriente indispensabile per la nostra salute che l’uomo non riesce ne a sintetizzare ne ad accumulare ma lo può assumere solo attraverso la dieta é la vitamina C. E’ un cofattore importante in numerosi processi fisiologici per la regolarizzazione del sistema immunitario, la sintesi di collagene, per il metabolismo del ferro e l’assorbimento dello zinco. Si può assumere nutrendosi di frutta (arance, kiwi), verdure (peperoni, rucola, cavoli) o integratori specifici.

Tra gli integratori contenenti Vitamina C suggeriamo Cebion, Altrient**, **C-Retard**, **Immuforte Vit.C 1000 Winter.

PAPAYA Tra i benefici che possiamo menzionare dalla fermentazione del frutto, la Papaya offre un valido aiuto per il rinforzo del nostro sistema immunitario; la sua virtù nasce dal fatto che aiuta a ristabilire l’equilibrio acido base dell’organismo grazie all’effetto alcalinizzante. Solitamente i batteri patogeni, che proliferano nel nostro intestino, vivono in un ambiente acido e invertendo il nostro Ph permettiamo al sistema immunitario di rinforzarsi a partire dalla flora batterica.

Tra gli integratori contenenti Papaya suggeriamo Immun’age**, **Papaya Pura.

ZINCO Ultimo ma non per questo meno importante è lo Zinco il cui deficit porta ad una alterazione del sistema immunitario. La sua azione sinergica associata con sostanze naturali come echinacea e acerola è il perfetto mix naturale per stimolare il sistema immunitario a sintetizzare linfociti e macrofagi; infatti la loro biodisponibilità è superiore rispetto ai singoli componenti in quanto ne viene aumentato l’assorbimento. L’echinacea presenta un’azione batteriostatica battericida grazie all’echinacoside che inibisce la replicazione dei batteri e inattiva l’enzima che ialuronidasi utilizzato dai batteri per diffondersi nei tessuti.

Questi studi che la ricerca sta portando avanti non vanno assolutamente intesi come sostitutivi di vaccini o cure miracolose. L’idea di interferire con l’attività di replicazione di un enzima o quella di sottrarre l’elemento ferro sono studi che esistono da diversi anni e non gli vanno attributi al momento attività terapeutiche. Non per questo non sono da considerarsi inefficaci ma anzi favoriscono le funzioni fisiologiche dell’organismo soprattutto in questo periodo.

Consiglio e raccomandazione importante da dare è comunque l’assunzione degli integratori che consentono il rafforzamento delle difese immunitarie di adulti e bambini in modo costante giornaliero e continuo per tutto il periodo invernale e pandemico.